come sbloccare il cane sul naturale

quanti di voi dopo la prima fase di addestramento dove il cane diventa praticamente un super asso  con brillantezza e caparbietà trova e riporta l’involucro o tartufo da noi nascosto rendendoci felici, al settimo cielo, orgogliosi dell’ottimo lavoro fatto, pensiamo , ok siamo pronti  usciamo a tartufi e qui arriva una grande delusione pur girando anche su tartufaie certe il nostro fenomeno  non trova nulla , neanche un accenno, a questo punto la domanda classica del neofita ” i tartufi non ci sono?? o il cane non li trova?????????” , riproviamo solita storia , allora inizia un girovagare a cercare consigli, metodi e alchimie varie  che messe in pratica nella maniera sbagliata peggiora le cose e la potenziale ferrarina che abbiamo diventa una cinquecento, quindi  fermate il mondo e riflettete , il cane che impara ad  associare il tartufo con il gioco a casa e praticamente diventa una cosa automatica si ritrova in un habitat che non conosce , noi che diciamo “cerca- cerca ” magari con un po di ansia magari se non troviamo niente anche un pò di nervoso il cane non riconosce questo come il suo gioco, inoltre,dobbiamo anche capire che quando magari sente un tartufo non lo riconosce come quello che odora di una combinazione (tartufo -plastica-acciaio-lattice- terra smossa -nostro odore ecc…)11062011080 il naturale stranamente sa solo di tartufo , ecco è qui che dobbiamo fare attenzione all’indecisione del cane quindi dare un consenso con incitamenti e fargli capire che è proprio quello che vogliamo .

 

 

 

bene , tranquillo ci sono tecniche e metodi giusti per sbloccare il tuo cane , come avere amici che ti aiutano10- 11- 2007uscita con maurizio (26)

 

 

 

 

,come avere un cane adulto che segnali i tartufi11062011086

, come ricreare il gioco di casa al boscoil branco

 

 

 

,come rivolgerti a melagotti uscita a tartufi
,  non avere fretta e scegli quelle appropriate se non vuoi penalizzare  il tuo peloso e ricorda il cane quando ha associato il suo lo ha fatto, tutto e dico tutto il resto dipende da noi.
24062011115

SE NON RIESCI O ARRIVI AL PUNTO CHE NON SAI PIU’ COSA FARE CHIEDI UN ESCURSIONE CON ME E LO SBLOCCHEREMO ,NEL FRATTEMPO IMPARERAI MOLTE ALTRE COSE SUL TARTUFO A 360° COSTA MA SPENDI BENE .

LAURO.

 

 

74 risposte a come sbloccare il cane sul naturale

  1. Piergianni Pinna scrive:

    Buonasera sig Lauro, mi chiamo Piergianni e abito vicino a Prato, ho una cucciola di lagotto di 8 mesi che sto cercando di addestrare alla ricerca del tartufo, utilizzo prevalentemente scorzone e glielo nascondo sempre nel bosco all’interno di contenitori di metallo, la cucciola solitamente non ha difficoltà a trovare i tartufi che le nascondo, io però non ho la fortuna di conoscere tartufaie naturali dove metterla alla prova e vorrei, se è possibile avere delle informazioni per un’uscita con lei per provare a sbloccarla sul naturale.

    • admin scrive:

      ciao piergianni , non è che sia la stagione e il momento molto favorevoli , mi spiego, a bianco oltre che per la scarsità di questo anno non è un tartufo idoneo per lo sblocco ,per il marzuolo e uncinato è presto , per lo scorzone è tardi, ma comunque qualcosina in giro c’è sempre e quindi volendo possiamo provarci, ti ho mandato una mail privata per i dettagli poi vedi tu,ciao,lauro

  2. Mattia scrive:

    Ciao , ultimamente (da una settimana )il mio lagotto di 3 anni , quando lo porto in tartufaie certe e gli dico ,cerca cerca , lui fa 2 metri col naso per terra e poi si mette seduto . Ora io mi chiedo , o è stanco perché ha caldo o è svogliato di suo ? Aspetto risposte !!!

  3. guido salvadori scrive:

    Salve,
    io sono Guido Salvadori e ho una femminuccia di lagotto di 1 anno.
    L’addestramento, anche se un po “light” è stato fatto, nascondendo tartufi, portandola in tartufaie naturali con cani esperti e alòtre piccoli lavoretti; sinceramente,qualcosino…non come gli altri lei riesce a trovare.

    Ora mi sto accorgende che
    1) dura fatica psicologica ad entrare in macchina quando capisce che andiamo a “lavoro”
    2) una volta che siamo in loco, non si allontana tanto e mi sta nei dintorni.. non esplora, nonostante sia con Punto ( cane di 7 anni esperto) che gira come una trottola.

    si mette li e mi guarda..come dire…che faccio io??

    premetto che non è un fenomeno ( almeno per ora non lo dimostra) ma alcune volte mi ha trovato marzoli subito dopo il passaggio di Punto..quindi credo che naso ce l’abbia e il tartufo gli piace.

    un’altra cosa che mi sono accorto che fa è questa..
    proprio ieri mi è capitato di trovare uno scorzone e qundo ero in bosco glielo lanciavo per farglielo trovare, lei correva per trovarlo e lo riportava ( ripagata con coccole a tutto spiano e formaggio); dopo sono tornato a casa, e ho provato a farlo nel giardino di casa…tartufo cagato 0… non lo ha neache annusato…
    cosa vuol significare?

    ringrazio dell’aiuto e resto i attesa di Vs commenti.

    ciao!!

    • admin scrive:

      ciao guido, la mia opinione è che hai probabilmente usato un metodo che non tiene conto del carattere della piccola, ci sono secondo me errori solo in quello che hai scritto che sono pochi momenti che addestri la lagottina, mi spiego, 1° l’addestramento o si fa bene oppure fatto “light” dobbiamo avere aspettative
      “light”,un cane che non è pronto non si porta in tartufaia e con cani esperti per giunta che la demoralizzeranno perche anche potendo arriverà sempre seconda
      sempre secondo me quando entra in macchia non avrebbe problemi se capisse che il “lavoro” in realtà è il suo gioco, in bosco con PUNTO ti ripeto quello di prima non è pronta ad andare in compagnia devi portarla quasi al solito livello non come capacità ma come impegno a quel punto entrano in competizione e troverai il doppio dei tartufi, in questo modo la stai frustrando e basta, certo che ti guarda ma ti dice che faccio io se fa tutto lui e non mi da spazio?
      il naso lo hanno tutti i cani ,quello che fa la differenza è la concentrazione ma siamo noi che dobbiamo dargli le motivazioni giuste, ultima cosa lo scorzone , in bosco l’hai fatta divertire ,bene, ma non curandoti di lei hai insistito a casa bè credo che con il suo atteggiamento abbia voluto dire
      “ANCORAAAAA, CHE PA…….E”, concludendo ti chiedo di fare questa riflessione, se avevi giocato in bosco con lo scorzone e lei si era divertita tu l’avessi coccolata fino a casa e messa in box la volta seguente come sarebbe tornata nel posto dove si era divertita?invece dopo averla stressata fino all’ultimo minuto come si è presentata al bosco la volta seguente? non devi stupirti se dura fatica psicologica dopo le demoralizzazioni e uno stress continuo, il cane non sta bene con coccole e formaggio solo se buca , quello che serve ad un cane è uno stile di vita gratificante, CAPISCI BENE IL TUO CANE E VEDRAI CHE IL PREMIO PIU GRANDE E DESIDERATO DA LUI SEI TU, CIAO,LAURO.

  4. Fabrizio scrive:

    Grazie per la risposta prima di tutto. Cerco di spiegarmi un po’ meglio. Volevo dire che gli scorzoni sul naturale non li trova ma se gli nascondo sia nel giardino o anche nel bosco li scava e li riporta senza mangiarli.

    • admin scrive:

      ok fabrizio, credo allora che lo sblocco sul naturale non sia fatto correttamente oltre che mancargli unpò di possessività , è su queste cose che devi lavorare secondo me , nel sito troverai le pagine dedicate che ti possono aiutare , ciao,lauro.

  5. Fabrizio scrive:

    Ciao Lauro grazie per la risposta, cerco di spiegarmi meglio. Se gli nascondo degli scorzoni sia nel mio giardino ma anche nel bosco, li scava perfettamente e li riporta senza mangiarli, ma non riesce a trovare quelli naturali.

  6. Fabrizio scrive:

    Salve Lauro ho un bracco-lagotto femmina di quasi 10 mesi preso ad un allevamento, avviata alla cerca con le provette profumate. Bene l’addestramento e’perfetto nulla da dire scava e riporta tutte le provette. Ora ho un amico con un cane piu’ esperto che mi sta aiutando nello sblocco sul naturale. Abbiamo fatto dei passi avanti. Inizialmente non trovava niente quando la portavo nel bosco. Ora invece comincia a cavare quei tartufini gialli che non sono buoni ,ma scorzoni ancora niente, o meglio una volta segnalato dall’altro cane ci va scava ma poi lascia perdere. Altro problema i tartufi gialli li mangia, anche se non ho mai messo olio di tartufo nelle crocchette, perche?Ora sono due mesi che sono in questa situazione, la cagnetta e’ molto brava e’ ubbidiente pero’non riesce a sbloccarsi del tutto. I vecchi tartufai mi dico di mettere olio di tartufo nel mangiare , ma io so che in quel modo avrei buttato via mesi di addestramento sul riporto. Cosa devo fare?, sento di essere sulla strada giusta, devo insistere ancora in questo modo?mi sembra ci stia mettendo troppo per sbloccarsi definitivamente. Grazie aspetto consigli.

    • admin scrive:

      ciao fabrizio, il fatto che scavi le caciole è positivo , un segnale che ha associato bene il tartufo visto che nessuno l’ha addestrata con quelle , il fatto che le mangi invece è segno che non ha associato bene il riporto che in un secondo tempo non sono le provette bensi il naturale praticamente devi insegnare il riporto del tartufo senza provette, secondo me non hai fatto lo sblocco bene anche usando il cane dell’amico , lei non deve andare a rimorchio, se abbandona il buco non è un bel segno manca di possessività, in due parole nel suo addestramento mancano alcuni step probabilmente è stata ddestrata nel simulato solo sull’associazione dell’odore e riporto e tutto questo è 30% ,se è collegata e ubbidiente manca il resto che è l’educazione al tartufo, cerca indipendente ,riporto (proibito) o meglio il fermo sulla buca fatto bene , possessività ecc.., secondo me non sei fuori strada ma sul ciglio si, spero di essermi spiegato , ciao,lauro.

  7. Piergiuseppe scrive:

    Ciao Lauro,
    Volevo informazioni in merito all’uscita con te per lo sblocco al naturale del mio lagotto di 14 mesi.
    Grazie

  8. alessandro scrive:

    Buongiorno Lauro, ti ringrazio x i tuoi preziosi consigli, seguendoli ho raggiunto risultati inaspettati, ti chiedo un altro consiglio. Il mio meticcio di 15 mesi si è sbloccato sul bianchetto a febbraio , sulla tartufaia va forte e trova bene, ora si è aperto a scorzone che già aveva cavato ad agosto dell’anno scorso. Nella cerca lo vedo poco invogliato quasi disinteressato al tartufo e la sua attenzione la devo tenere alta sempre io incitandolo con giochetti e altro. come potrei rendere la sua cerca briosa e concentrata sul tartufo? quali metodi mi consigli? il cane è molto affezionato ed ubbidiente. grazie.

    • admin scrive:

      ciao alessandro, gia avere il cane affezionato e ubbidiente ti da un grande vantaggio, la soluzione sta su di te , cioè , se tu cerchi di mettere in pratica metodi , consigli , atteggiamenti ma che hanno aspettative umane sei fuori strada, devi ragionare da cane devi trovare la chiave della sua testa dandogli le gratificazioni giuste e avrà le motivazioni che tu vuoi, esempio può gradire piu una tua attenzione che una bistecca, spero di essermi spiegato, lauro.

  9. Simone scrive:

    Salve sign. LAURO.
    Breton spagnolo di 3 anni, maschio, acquistato l’anno scorso. Pagato 1000euro. Problema:esca dalla cuccia e senza salutarmi o prendersi le coccole mi trova speditamente le provette nascoste,Ma poi nel bosco non m trova nulla. Giriamo x ore a vuoto. Perché?? sono disperato.

    • admin scrive:

      ciao simone, come dico a molti il problema non è assolutamente del cane che ha associato bene il tartufo e il gioco a casa ma al bosco non sapendo in realtà cosa fare fa semplicemente il cane, il bosco è un ambiente che stimola molto gli istinti dei cani inoltre è vero che ha associato il tartufo ma non ha imparato la cerca che è quella che gli permette di capire il lavoro da fare al bosco , non ti diverti se vai a tartufi con un cane che ha solo associato il tartufo, detto questo per come la vedo io al tuo cane gli mancano delle basi fondamentali , primo: collegamento , ecco perche non sicura di te quando lo apri, secondo: ubbidienza cioè deve essere lui a controllare te e non viceversa, terzo: educazione al tartufo cioè imparare a lavorare divertirsi nella cerca che deve diventare indipendente non spinta da noi stressando il cane , il tutto in due parole riomincia da capo dandogli le basi giuste uno step per volta, lauro.

  10. daniele scrive:

    Buonasera Lauro,
    volevo informazioni inerente un’uscita con lei a scorzone perchè lei possa dargli un’occhiata
    grazie

  11. Alessandro scrive:

    Buongiorno Lauro, più esco a tartufi più capisco le tue spiegazioni, non c’e’ niente di più vero di quando dici che ci sono cani che trovano i tartufi e cani che cercano i tartufi. volevo chiederti come si può trasformare un cane che trova in un cane che cerca, quali sono gli esercizi da svolgere … grazie per il consiglio precedente sono riuscito a sbloccare il cane, sulla tartufaia si comporta benissimo ma appena è fuori non cerca . trova qualcosa di nuovo solo se x fortuna ci passa vicino .. ma molto raramente. Il meticcio ha 1 anno ed è maschio. grazie Lauro a presto.

    • admin scrive:

      ciao alessandro, se ci fai caso tu come molti giustamente notano che il cane non cerca ,però tutti nascondono il tartufo aiutano il cane a trovarlo e quando questo succede pensano che il cane è pronto , ok questo gioco va benissimo per l’associazione dell’odore ma poi basta bisogna lavorare sulla cerca ci sono vari metodi ma io dico sempre che ogni cane ha bisogno del suo, cioè capire il cane e trovare le gratificazioni giuste per dargli le motiazioni giuste , per creare una cerca indipendente poi , prima ci vuole un buon collegamento, che molti non sanno neanche cosa è, una buona ubbidienza da usare specialmente in caso di pericolo, solo con queste due basi il cane può affrontare l’educazione al tartufo e cioè la cerca indipendente fatta come lavoro, spero di essermi spiegato, lauro.

      • alessandro scrive:

        Grazie sempre Lauro, non so se realmente ho un buon collegamento con il mio cane, penso di si visto che mi ascolta anche se lo richiamo in situazioni in cui lui è molto interessato.
        se ho capito bene dovrei continuare l’allenamento simulato con situazioni difficili e lontane dalla mia posizione. Giusto?

        • admin scrive:

          ciao alessandro , si è cosi, ma tranquillo sei nella strada giusta hai capito , ormai non ti perdi piu hahahahahaah, lauro.

  12. Alessandro scrive:

    Buongiorno Lauro, ho bisogno di un tuo prezioso consiglio. Il mio meticcio ha qualche problemino con il bianchetto, nel senso che lo scorzone al naturale lo cava, invece il bianchetto anche se portato sulla pastura( sicura ) non lo cava, annusa a terra cerca ma non lo segnala. La cosa che mi turba è che se nel bosco lo nascondo io ( direttamente il bianchetto senza ovetto o cose varie) lo trova anche in condizioni difficili, ma al naturale non cava nulla. cosa posso fare….

    • admin scrive:

      ciao alessandro, prova uno sblocco forzato cioè cerca un amico che con un altro cane ti segnala alcuni tartufi naturali togliendo il cane alle prime raspate e lasciando un segnale dopodiche andrai nel posto e qundo vedi la segnalazione cerca di dare al cane le motivazioni giuste senza stressarlo con calma gira sempre nel solito posto vedrai che partirà, ciao,lauro.

  13. miriam scrive:

    Scusa, io intendevo pausa anche di mesi, in attesa dello scorzone,…. magari nascondendo di tanto in tanto uno della scorta che teniamo in congelatore

    • admin scrive:

      mesi? poverino io mi ribellerei hahahaha, scherzi a parte non è il massimo ma non dimentica ugualmente , magari perde la motivazione , la grinta , meglio sarebbe fargli comunque la cerca simulata il piu possibile , gratificarlo molto, in modo appunto di motivarlo sempre sul suo gioco che deve rimanere il preferito, lauro.

  14. miriam scrive:

    Salve, grazie ai tuoi consigli siamo riusciti a far trovare alcuni tartufi alla ns. bracca di bourbonnais di 10 mesi, volevo chiederti per quanto tempo può stare un cucciolone senza andare a tartufi e non correre il pericolo che “perda” quanto ha appreso.
    grazie

  15. Daniele scrive:

    Buonasera lauro ho un braccopointer di 5 mesi avviato al naturale oggi mi è successo una cosa strana l’ho portato fuori in un boschetto ed ad un certo punto ha iniziato una cerca frenetica come se ci fosse qualcosa sotto. Ha iniziato da solo a raspare mi sono avvicinato e si è allontanato ho scavato io ma nulla è ripartito subito e per altre 4 volte in punti vicini ha fatto così ma sotto nulla. Totale uscita 15 min per non stressarlo.Sono rientrato a casa e l’ho messo nel recinto. Nel pomeriggio sono ritornato li è per tre volte sempre nello stesso punto 3 raspate diverse e sotto idem nulla anche provandolo a incitare non si è accanito più di tanto. Nel resto del boschetto nulla. Da cosa può dipendere questo comportamento?

    • admin scrive:

      ciao daniele, quando il cane scava qualcosa c’è di sicuro, possono essere topioppure alcune volte scavano perche stressati ma non mi sembra il caso, magari c’era qualcosa di piccolo che nello scavare è andato via e non sentendolo piu abbandona mentre un cane con esperienza continuerebbe a cercarlo fuori dal buco, inoltre qualche volta i cani scavano anche sul solo micelio, insomma una spiegazione c’è di sicuro ma quale si può sapere solo vedendo come si muove il cane o ispezionando noi nei minimi particolarei , lauro.

  16. alessandro scrive:

    Buonasera a tutti.Oggi sono uscito con un amico che ha 2 lagotti veramente bravissimi femmine. Io col piccolo pointer di 5 mesi che cava con facilità quello che nascondo io in campagna. Appena arrivato un lagotto fa il primo foro e lui si ci avvicina ma prende un bel morso….Il tartufo c’era ma piccolo e acerbo in sostanza nella mattinata il piccolo non ha cavato nemmeno un tartufo… mentre gli altri 2 bravi 50 buche ma piccoli e acerbi. In allenamento si comporta bene e trova con facilità anche quelli che nascondo nel bosco.uso naturale congelato.

    • admin scrive:

      ciao alessandro , presumo che tu mi chieda come mai succede questo,bè quello che fai o hai fatto non è sbagliato anzi però aiuta il cane ad imparare la cerca ad associare l’odore del tartufo che è comunque insieme ad altri odori plastica ferro terra smossa ecc…bene tutto questo non è sbagliato ci vuole ma con il naturale non c’entra nulla, quindi non so se hai fatto bene lo sblocco sul naturale altrimenti devi avere pazienza perche il tuo piccoletto, primo non conosce il naturale specialmente acerbo, secondo al bosco non sa cosa fare se va a rimorchio di altri, terzo se alla prima uscita gli hai fatto prendere un morso spero che non abbia avuto un trauma,il mio consiglio è di fare per primo meglio lo sblocco sul naturale e non metterlo in competizione con cani gia fatti perche è scontato che in ogni caso arriverebbe sempre secondo,lauro.

  17. Guido scrive:

    Ciao sono un principiante, ho un cucciolo di 7 mesi un incrocio ho addestrato il cane al riporto e a scavare l’ovetto ma quando si trova nel bosco di faggio non trova niente non so come sbloccarlo
    Grazie in anticipo
    Guido.

    • admin scrive:

      ciao guido, se hai addestrato il cane a scavare l’ovetto magari anche indicandolo e poi riportarlo è ovvio che non trova nulla perche gli mancano queste condizioni cioè al bosco dove lo porti e cosa gli indichi , quindi quello che gli manca è la cerca senza indicazioni chiaramente lo devi portare dove ci sono alte possibilità che ci siano i tartufi , non lo tenere ore senza bucare altrimenti non si fiderà piu di te che gli dici cerca quindi ogni tanto fagli trovare l’ovetto vedrai che prima o poi invece dell’ovetto troverà un tartufo , altrimenti per velocizare devi farti precedere da un cane fatto che segnalerà e tu poi farai finire il lavoro dal tuo cosi farà prima ad associare il dafarsi, porta pazienza perche in realtà lui al bosco in condizioni diverse da casa non sa cosa fare o meglio nessuno gli ha insegnato,lauro.

  18. Lorenzo scrive:

    Buongiorno Lauro volevo avere informazioni sulle uscite con lei
    Grazie

  19. claudio scrive:

    ciao Lauro io sono di Chiusi siamo vicini ma quanto mi costa fare una girata con te in una tartufaia per scorsone per vedere se è sbloccato il cane.

  20. claudio scrive:

    ciao Lauro grazie per il consiglio . ps ma di dove sei? io provincia di Siena

  21. Cristian scrive:

    Ciao sono Cristian ho una femmina di bracco ungherese di 3 anni e mezzo addestrata molto bene anche da riporto e con museruola….il problema è che nei boschi e poco concentrata e la vedo un po svogliata e tende sempre a cambiarmi dietro!! Premetto che è uscita poco per i boschi con il vecchio proprietario aspetto una tua risposta ciao

    • admin scrive:

      ciao cristian , apparte la museruola ottimo risultato ma secondo te il cane se riporta è addestrato bene e quindi pronto per andare a tartufi? bè secondo me sei quasi a zero ,il cane è pronto quando è 1° molto collegato, 2° molto ubbidiente ,ed infine quando ha una cerca indipendente assidua, brillante e concentrata , il cane deve cercare non trovare è diverso, lauro.

  22. claudio borsotti scrive:

    ciao lauro io ho un lagotto incrociato con il bracco quando l’ho preso aveva un anno il vecchio proprietario lo aveva già un pò addestrato ma bisognava fallo lavorare ,cosi ho fatto tutti i giorni lo portavo fuori in ambienti naturali pinete boschi e nascondevo prima il pastone poi i tartufi e le trovava subito ora ha 15 mesi e lo porto a scorzone ,premetto penso che ancora e presto e in più spesso piove quindi non sono ancora maturi penso io,
    alcuni le trova ma poi non sò se segue gli odori degli animali feci e pisciatine .volevo sapere se continuare ad uscire nelle tartufaie opp. aspettare che faccia caldo e ci siano i tartufi per non dargli brutte abitudini come ti ho gia elencato ti ringrazio anticipatamente claudio

    • admin scrive:

      ciao, claudio, anche secondo me se te li trova il cane in teoria è pronto , in pratica se non ha una cerca assidua e concentrata è lontano dal cane da tartufi , quindi se esci come fai adesso il cane distraendosi spesso peggiorera, ma se invece lo fai uscire per insegnare il da farsi cioè la cerca intesa come lavoro il cane migliorerà , tu dirai come faccio , bene , devi semplicemente non pensare ai tartufi che recupererai in seguito e tanti, devi portarlo nei posti dove ha possibilita di sbagliare e devi dirgli non quello che deve fare perche lo sa gia e che non vuol fare ma devi dirgli quello che non deve fare , solo in questo modo capirà, perche il cane deve capire cosa fare non fare su ordine , spero di essermi spiegato, lauro.

  23. Alessandro scrive:

    Ciao Lauro,
    ho un jack russel di 8 mesi, addestrato seguendo i tuoi preziosi consigli.
    L’ho fatto per divertimento reciproco, e per questo il mio scopo l’ho già raggiunto. Ora però mi piacerebbe provare a fare qualche uscita su tartufaie naturali.
    Quali sono le modalità e i costi per una uscita insieme a te.
    Grazie
    Alessandro

  24. Antonio scrive:

    Ciao Lauro, ho un lagotto maschio di un anno e mezzo, lui è bravo nella cerca e nel cavare quando sotterro un pezzo di carta assorbente con olio per addestramento( sempre utilizzando dei guanti in lattice), ma sul naturale nulla, sembra bloccato. Permetto che sono della provincia di Taranto e dalle mie parti so ‘ per certo che in pineta c’è il bianchetto , mi ci ha portato un mio amico lo scorso anno, ieri mentre incitavo al mio lagotto il comando cerca lui per una diecina di volte ha cavato ma non ho visto nessun tartufo , secondo te come mai questo? È possibile che il tartufo c’era forse più in profondità? Non so. Dammi una mano per favore non so più come procedere, grazie.

    • admin scrive:

      ciao antonio, purtroppo la lontananza non permette di aiutarti fisicamente , posso solo invitarti a leggere la pagina dedicata “LO SBLOCCO DEL CANE NEL NATURALE” sicuramente potrebbe aiutarti, ciao,lauro.

  25. ANDY scrive:

    CIAO LAURO,HO UNA CUCCIOLA DI NOVE MESI,VORREI FARE UNA USCITA CON TE PER SBLOCCARLA,IO NON CI RIESCO NONOSTANTE MI TROVI TARTUFI NASCOSTI ANCHE DA GIORNI USANDO TUTTE LE PRECAUZIONI PER NON SENTIRE IL MIO ODORE,ESSENDO ALLE PRIME ARMI ….QUANTO MI COSTA…

  26. paolo scrive:

    Ciao Lauro. Ho addestrato un Vizla alla ricerca del tartufo. Sono andato su una tartufaia ma senza risultati. Possiamo fissare un’uscita?
    Grazie e buona giornata.
    Paolo

  27. fabio scrive:

    Ciao Lauro, sono un novello Ho una lagottina 7 mesi e mezzo nel giardino fa tutto tranquillamente l’ho già portata nei boschi un po di volte mi ha trovato un paio di caciole soltanto la terza volta sono andato con un’amico e il suo cane il suo già grande trovava tartufi come è normale la mia niente andava sulle sue buche già fatte le odorava ma niente e presto?va bene così basta portarla più spesso? Aspetto la stagione dello scorsone che magari si trova un po di più?grazie.

    • admin scrive:

      ciao fabio, secondo me sei fuori strada ma tu non il cane ,per me visto che gia ha cavato due caciole è un segno molto positivo vuol dire che ha associato bene il tartufo, lei praticamente non sa come deve lavorare e questo lo devi insegnare tu non può farlo da sola , secondo me quando il cane ha associato bene l’odore il suo lo ha fatto tutto ma proprio tutto il resto dipende da noi, quindi secondo me devi lavorare bene sulla cerca e bene sullo sblocco del cane , guarda nel sito la pagina apposita dello sblocco spero che ti aiuti, ricorda il segreto è “PAZIENZA E METODO” non cercare di bruciare le tappe, ciao,lauro.

  28. cristian scrive:

    Ciao lauro sono cristian ho un problema con il cane gira poco quasi niente e mi sta sempre dietro di me.cosa posso fare?.. ciao e grazie

    • admin scrive:

      ciao cristian, i motivi possono essere molteplici , può dipendere dal fatto che è cucciolo , che lo richiami troppo spesso ,che ha socializzato poco ed ha paura perche non conosce il luogo dove lo porti, ecc…devi solo fargli prendere fiducia sul mondo che lo circonda, non conoscendo ne te ne il cane non posso essere piu specifico, ciao,lauro.

      • cristian scrive:

        Sei un grande !!! Anch’io avevo pensato questo volevo solo la certezza da un esperto come te… grazie mille!! Continuo a fare delle uscite così conosce ciò Ke lo circonda… grazie ancora

  29. manuel scrive:

    Salve sign. Lauro
    mi chiamo Manuel,
    ho un lagotto femmina di 5 mesi ,l’ho presa da circa 3 giorni,il cane è avviato alla cerca ma NON al naturale,
    oggi l’ho portata al naturale nel bosco, ma il cane dopo incitamenti “cerca cerca” non si allontana da me neanche di 2 metri che subito dopo mi ritorna vicino.
    Dopo piu di un paio d’ore alla fine mi scava e riporta un tartufo, trovato a circa un metro e mezzo da me (ovviamente feste baci e premio).
    Ora io sono un neofita ,ma non capisco perchè il cane non si stacca da me e cerca (perlomeno anche per gioco ) il tartufo.
    il cane sembra essersi già legato a me anche se lo ho da pochissimi giorni.
    potrebbe darmi dei consigli?
    la ringrazio anticipatamente

  30. paolo scrive:

    Ciao lauro. Sentì anche io ho una lagotta di un anno e mezzo e scava tartufi.. Quanto aveva 4-5 mesi era molto più brava.. Ma ora quando la portò nei boschi la vedo molto distratta , e questa cosa mi da un nervoso.. Mi sapresti dire cosa le prende? Grazie

    • admin scrive:

      ciao paolo , sta semplicemente crescendo, è chiaro che quel piccolo cucciolo pauroso del mondo che lo circonda ti prende quasi come madre , interagisce solo con te e si diverte solo se ci sei tu, come un bambino, ma quando inizia la puberta nei cani circa 8 mesi, avendo preso ormai onfidenza con il mondo che li circonda cominciano a dare ascolto ai loro interessi e istinti , cosa normalissima è che siamo noi che non cresciamo insieme adeguandoci al loro fare ma ci comportiamo sempre come avesse 4/5 mesi , ecco perche è importante secondo me , prima di parlare di tartufo con il cane bisogna creare un forte collegamento facendolo inoltre socializzare fin da piccolo con il mondo esterno fatto da macchine, persone , cani, rumori ecc… poi un buon addestramento all’obbedienza , ecco a questo punto possiamo parlare di tartufo cioè quando il cane è conte con la testa non solo fisicamente ma che pensa ai cavoli suoi, spero di essere stato esauriente , ciao,lauro.

      • paolo scrive:

        Si infatti .. È assolutamente come dici.. anche se sono alle prime armi comunque fin da quant’ era piccolo con tanta pazienza ho cercato di fare più o meno il possibile proprio come mi hai spiegato.. Oltretutto t volevo precisare che non è mai uscito con altri cani ovvero con uno che ha già esperienza..quindi credo che sia importante questo per lui.. Lauro io t ringraziò molto per questo tuo consiglio.

  31. Pietro scrive:

    Ciao sarei intenzionato ad programmare un escursione con te ma quanto mi costa?

  32. nicco scrive:

    ciao mi informeresti per un uscita dove potresti sbloccare il mio lagotto di 1 anno e mezzo che scava i tartufi a casa ma fuori tra animali distrazioni ecc sembra che sia su un altro pianeta? grazie

  33. valex72 scrive:

    Ciao Lauro grazie per il consiglio. volevo anche porvi un altro domanda dal momento che ho avuto modo di rendermi conto di questa cosa. Sempre in riferimento al mio lagotto ogni volta che lo porto in giro per boschi oppure lo faccio uscire ho avuto modo di rendermi conto che e un cane molto dinamico ovvero corre e gira molto e avvolte si allontana da me anche in modo notevole, poi certo lo chiamo lui torna, mentre alcuni cani vedo che seguono il loro padrone a una distanza molto più ravvicinata rispetto al mio. volevo chiedere se questo modo di correre e girare moltissimo può essere un pregio oppure e bene che richiamo spesso il cane facendolo camminare al mio finaco durante la cerca del tartufo? grazie di nuovo anticipatamente

    • admin scrive:

      ciao, il collegamento tra cane e tartufaio è fondamentale , questo non vuol dire che deve stare vicino ma neanche lontano , vuol dire semplicemente che il cane deve allontanarsi ad esplorare e cercare i tartufi non per i fatti suoi, deve stare vicino aumentare la concentrazione quando deve battere la pastura, questo lo devi permettere tu guidandolo bene ed il cane lo deve imparare cioè deve imparare quella che io chiamo cerca indipendente e non a comando. lauro.

  34. valex72 scrive:

    Salve Lauro volevo chiedere un consiglio riguardo un lagotto di 9 mesi addestrato da me per la riceca del tartufo. il lagotto e molto ubbidiente ho cercato di addestrarlo facendo del mio meglio. infatti a casa anche se nascondo il tartufo utilizzando guanti per evitare che lui segua le tracce del mio odore lo trova tranquillamente. lo riporta anche anche se credo la fase del riporto non e da considerarsi di notevole importanza. ho provato anche a nascondere il tartufo diverse ore prima per poi farlo a lui trovare e non ci sono problemi si dedica alla ricerca e lo trova tranquillamente. l’unico problema e che quando lo porto nei boschi dove sono presenti tartufaie non è mai riuscito a torvare un tartufo. avvolte capita che si sofferma annusa molto ma per ora non ha ancora mai cavato un tartufo. non è la prima volta che lo porto nei boschi . volevo chiedere un consiglio sul come comportarmi

    • admin scrive:

      ciao valex72 , non preoccuparti se quello che dici corrisponde il piccoletto è più vicino di quanto pensi al suo primo ritrovamento , solo che per i cani che hanno questo problema c’è un metodo da seguire insieme alla pazienza, dato che di queste domande o problemi moltissimi mi chiedono aiuto anche in privato ho messo una pagina che tratta di questo per non ripetermi troppe volte , la pagina è “SBLOCCO DEL CANE SUL NATURALE” troverai la soluzione secondo il mio punto di vista, in bocca al tartufo ,lauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
more...