archivio news

ricerca aut.

passano gli anni ma i ricordi no

giovedì 27 Febbraio 2014


—————————————————————————————————
Uscita a tartufi tra appassionati tartufai
12 marzo, 2007
In cerca di serenità e tartufi

CHE DIRE……… UNA GIORNATA FANTASTICA !

TUTTO NASCE CON UNA EMAIL DI “LAURO” CHE MI INVITA (GRAZIE AL TUO SITO) A FARE UN GIRO CON LUI PER ADDESTRARE STELLA !

CI SCAMBIAMO QUALCHE TELEFONATA E POI TRA I MIEI IMPEGNI ED I SUOI RIUSCIAMO A TROVARCI NEL CASENTINO, DOMENICA PASSATA.

“LAURO” E’ UNA PERSONA SPLENDIDA E PARE CHE CI CONOSCIAMO DA ANNI, MI INDIRIZZA NELLE TARTUFAIE CONOSCIUTE E MI SPIEGA DOVE NON ANDARE E PARLIAMO , PARLIAMO DELLE RECIPROCHE ESPERIENZE, TANTE LE SUE , POCHE LE MIE.

A VENTI METRI DALLA MACCHINA GIA’ LE PRIME FORATE, PICCOLE MA SBLOCCANO SUBITO LA SITUAZIONE E LA MIA STELLA ED IL SUO
“FIDO” SMETTONO DI GIOCARE ED INIZIANO A CERCARE DI BRUTTO.

IL PAESAGGIO E’ BELLISSIMO, COME VEDI DALLE FOTO E TUTTI E DUE I NOSTRI LAGOTTI VANNO COME SCHIOPPIETATE SALTANDO DA UN FORO ALL’ALTRO ED A VOLTE NON FAI A TEMPO A CAVARE CHE Già AVRESTI UN ALTRO MARZOLO DA SALVARE DALLE FAUCI DEI NS. CANI.

A FINE MATTINATA DOPO POCO PIU’ DI 4 ORE “LAURO” HA 440 GRAMMI ED IO 190, PER STELLA UN RECORD E PER ME UNA GIOIA INFINITA.

CERTO, NON SONO I BIANCHI , SONO “SOLO” MARZOLI MA CHE BELLO VEDERE I NOSTRI CANI CHE FORANO IN SIMULTANEA A 3 METRI UNO DALL’ALTRO SENZA DARSI NOIA O ESSERE GELOSI DEI PADRONI.

ERAVAMO , MIA MOGLIE, IO E STELLA E PER FINIRE TUTTI A PRANZO A CASA DI “LAURO” CON UN TRIONFO DI TARTUFI DI TUTTI I TIPI,
“LAURO”, SUA MOGLIE “DANIELA” , I FIGLI “ALEX” E “LORIS” CON LA RAGAZZA DI QUEST’ULTIMO “CLAUDIA” SONO SIMPATICISSIMI E TRA UN BICCHIERE DI VINO ROSSO E TANTE PRELIBATEZZE PREPARATE DA “DANIELA” NEPPURE CI ACCORGIAMO DI AVER FATTO POMERIGGIO.

UN DOVERE PER ME CONTRACCAMBIARE CHE VIENE SOLO DOPO AL PIACERE DI FARLO ED ANCHE SE NON HO CERTO QUEI POSTI SARA’ LO STESSO UN PIACERE E SO DI CERTO CHE “LAURO” COMPRENDERA’ .

PAOLO
—————————————————————————————————
Tartufi estivi, l’avventura inizia!!
04 giugno, 2008
Lauro, il suo branco e la poesia
ciao
inizia l’avventura dei fratelli ciro e kuna
nonostante il terreno sia compatto dovuto alle piogge
e i tartufi siano molto immaturi non ci possiamo lamentare
ciro sta trasformando la gelosia in competizione vuole dimostrare che è piu bravo
kuna come fa non so ma riesce a cercare a voler giocare con ciro e
come lo vede bucare va a fregargli il foro ciro mi guarda come dire che devo fare
io lo chiamo lo premio e gli faccio le coccole ci sediamo ci godiamo l’addestramento di kuna
che scava e riporta e allora coccole e premi a tutti e due
per ora non litigano mai speriamo che duri
quando avrò preso piu padronanza della situazione ti manderò le foto di un’uscita
come sempre grazie di tutto alla prossima

lauro
ciro&kuna
Seguono foto

aa bb

 

Ciao Lauro, se l’avventura inizia con questi bottini alla fine della stagione non avrò spazio per le foto di tutti tartufi del tuo branco!! 🙂

Il comportamento della cucciola è normale, come prevedevo la gelosia tra maschio e una cucciola femmina è solitamente costruttiva!
Ciro sembra sapere che le femminuccie sono intrapendenti e quindi si da da fare al meglio!

Bene! 🙂

Di solito dopo le piogge il terreno si compatta, i tartufi assorbono acqua e la maturazione si rallenta, in tali condizioni gli effluvi odorosi sono racchiusi e quindi difficilmente individuabili dal naso dei nostri cani!

Visti i ritrovamenti non posso che farti, come sempre, i miei complimenti!

I momenti migliori per lo scorzone, almeno per mia esperienza, sono dopo una giornata di sole e caldo, verso le 18.00 18,30 sul posto, non prima!

L’eventuale brezza cessa, il terreno caldo cede all’atmosfera che si sta raffredando il calore, i coni di odore escono dal terreno, sono compatti e facilmente intercettabli dai cani anche a distanza.

Alle 19 i cani iniziano a carburare, più passa il tempo è più lavorano, il fresco della sera li aiuta, il loro istinto di predatori del tartufo è tangibile fino a quando… tramontato il sole, la luna fa capolino, il buio e i rumori del bosco ci invitano a raggiungere l’ auto, la borsa è già colma, di tanto in tanto un debole ma gradito profumo ci avvolge, prendiamo in mano i pezzi più grandi, osserviamo i cani, un’ultima carezza e un bocconcino….domani altra battuta….al fresco della sera, a caccia di palline profumate e serenità con i nostri fido, in una poesia…. chiamata natura!

——————————————————————————————————-
8 novembre, 2009
Uscite a tartufi tra appassionati

,oggi dopo tanto sono riuscito ad andare tartufando con Lauro che ringrazio mille volte per la sua gentilezza e pazienza nei miei confronti, tutte le volte che usciamo mi fa il check up a Lillo ,mi fa notare i pregi ma soprattutto i difetti e per giunta mi consiglia anche come correggerlo ,veramente un fratello anzi di piu’,un Amico Fraterno ,sai a volte si puo’ litigare anche fra fratelli, ma Lauro è veramente una persona speciale.

Ma veniamo alla giornata trascorsa, appuntamento al casello autostradale ,siamo io ,Lillo e il mio Leonardo che finalmente dopo 40 giorni di gesso al braccio mi accompagna di nuovo nella profumata passione.

Sempre puntuale Lauro ci accompagna nel luogo da lui conosciuto e dopo i convenevoli e preparativi ci addentriamo nel fosso ,un bel posto con terreno friabile e molto umido ma aimè quando vi arriviamo ci troviamo gia’ 2 macchine , cio’ non ci preoccupa piu’ di tanto perchè noi preferiamo la cerca in spensierata compagnia e come lavorano i cani .

Ciro e Kuna impeccabili iniziano la cerca con Lauro vigile del loro lavoro mentre Lillo in un territorio a lui nuovo mi da del filo da torcere per riportarlo a l’ordine.

Il primo foro è di Lillo che aveva allungato un po’ ,io arrivato in ritardo non riesco a trovarlo ,l’aveva sparato fuori ma Lauro acuto osservatore me lo ritrova fra i piedi ,una bilia di 4 gr.

La mattinata finisce cosi con un misero bottino.

Andiamo a mangiare in una trattoria sulla strada, carina e dall’aspetto pulito ,ottima cucina.

Ripartiamo a fare un fosso molto conosciuto, tanto per digerire, cercando di mettere in pratica i consigli del maestro, li vi troviamo un altro tartufaio con 2 bracchi.

Di quelli che non ti salutano nemmeno, anzi incazzato con i suoi cani perchè distratti dai nostri.

Procediamo altri cinquanta metri nel fosso e Ciro inizia a raspare Lauro pronto blocca il cane col seduto ,perfetto ,vede un attimo e mi dice : “toglilo te che mi scappa da ridere”, e ci credo , una piramide di 202 gr bella quasi fluorescente con quel colorino verdognolo che ammalia.

Qui incominciano gli sfotto e i vari “bucorotto” in fiorentin parlar, il MISTERO del tartufo si rivela con tutte le sue emozioni , un attimo prima niente un attimo dopo una gioia.

Questo è il succo della nostra passione e………
——————————————————————————————————-
Di Lauro ce ne vorrebbero 1000
14 marzo, 2010
….e 1000 di tanti altri!

ieri pomeriggio, io e mio fratello Luigi ci siamo incontrati con Lauro per avere qualche consiglio sull’addestramento della nuova cucciola di Luigi, Gemma che in cerca simulata se la cava molto bene ma in tartufaia naturale, non associa ancora quello che deve fare….questi erano i presupposti e le nostre aspettative ma, tu che conosci Lauro molto meglio di noi, ti puoi immaginare quello che è successo: un pomeriggio di quelli che non dimenticheremo mai!

Siamo stati contagiati dalla sua “filosofia”, gli avevamo chiesto un incontro per “sbloccare” la Gemma e invece ha “sbloccato” noi!

Finalmente ci ha fatto aprire gli occhi: ci ha fatto capire la differenza fra il “trovare” i tartufi (cosa che tutti possono fare) e il “cercare” i tartufi che solo con la perfetta sinergia fra cane e tartufaio si può raggiungere.

Noi siamo sempre partiti dal presupposto sbagliato: trovare i tartufi.

Abbiamo cercato (e forse anche trovato) quei famosi “fili invisibili” che ci legano ai nostri amici a quattro zampe, ma abbiamo comunque sbagliato: se vai a “cercare” i tartufi quei fili non sono più invisibili ma si vedono eccome: si possono sentire, quasi toccare, sono forti e resistenti basta vedere Lauro e la sua Kuna, non sono solo un cane e un conduttore ma sono compagni di avventure, esploratori infaticabili….
questo è il “cercare” i tartufi e questo è quello che noi vogliamo diventare: “cercatori di tartufi”.

…Ora abbiamo anche capito finalmente quello che c’è sotto il TT, in tre anni di assidue letture lo avevamo solo in parte intuito ma non lo comprendevamo (e di questo ti chiediamo scusa Rettore), quindi grazie ancora a Lauro per averci aperto gli occhi.

Un grosso saluto a tutti, ci vediamo il 28
Ale e Luigi

——————————————————————————————————-
Congratulazioni a Lauro per aver conquistato il podio..
19 gennaio, 2011
Ennesimo riconoscimento nel mondo dei tartufi

prima di tutto volevo ringraziaremarco morara per avermi assegnato l’ennesimo premio ,per il tartufo piu raro,
Veniamo a noi,dopo aver scorrazzato per fossi e calanchi a bianco con il branco abbiamo fatto una pausa ,anche perche a marzolo da noi non ne vale proprio la pena è piccolo e marcio,credo che farò un uscita o due a brumale e pregiato anche se da me cè poco,poi iniziamo al mare sul marzolo appena daniele mi da il via perche lui andrà prima di me sicuro heheh.
ciao alla prossima,lauro.

——————————————————————————————————-