lauro:benvenuti in questo sito profumato


————————————————————————————————– —————————————————————————————————————————————————————————————————————

guida-tartufo-toscana

documento eccezionale

——————————————————————————-

benvenuto da lauro

 

laurotartufi@gmail.com

 

disponibile olio al tartufo specifico

olio per addestramento

olio per addestramento

per addestramento cane da tartufi.

…………………………………………………………………………………………………………

a nero pregiato

Un  sistema efficace per trovare il  “diamante nero”, è quello di cercare la mosca dei tartufi, il cui nome scientifico è Helomyza o Suilla gigantea. Lunga  circa un centimetro, rosso bronzo, dalle ali metallizzate, essa ha un odorato così sviluppato, da individuare un tartufo delle dimensioni di un pisello. Ed intorno al tartufo depone le uova, affinché le larve possano cibarsene. Le ore della giornata più favorevoli per cercare le mosche sono quelle centrali, dalle 11 alle 16. Soprattutto se il cielo è coperto o piove leggermente o in caso di nebbia. Al sole i ditteri sono più diffidenti, però il metallo delle loro ali è molto più visibile .Questa tecnica non è consigliabile quando il terreno da esplorare è troppo vasto. Senza nome ————————————————————————————– laurotartufi@gmail.com

08112013431

ciao sono lauro,appasionato tartufaio . da molti anni mi dedico alla ricerca del tartufo, sempre accompagnato dai miei fedelissimi cani. sarei felice di poterti trasmettere tutta la magia di questa avventura,accompagnandoti attraverso campagne,boschi e valli alla ricerca del prezioso e profumatissimo tubero. tramite la mia esperienza potrai imparare e mettere in pratica tutti i segreti di questa antica arte,non solo, potrai anche goderti la bellezza della natura con i suoi paesaggi,i colori e profumi diversi per ogni stagione,la pace e tranquillità,una poesia che ti avvicinera alla tua anima. potete quindi contattarmi per quesiti o consigli sul tartufo,tecnica di cerca, addestramento del cane, habitat tartufigeno e fondamentale addestramento del tartufaio . per eventuali uscite insieme valuteremo al momento. sfoglia tutto il sito troverai le risposte alle tue domande ma se hai dei dubbi non esitare a contattarmi!!!

all’inizio pensavo che il tartufo fosse il sasso ho pensato azz…  che c…..o                                      ma poi l’abbiamo scovato 100gr sono contento ugualmente

un mio puntale nel vanghetto artistico dell’amico ennio

“OLE” è FIESTA

finalmente dopo tanta marcia, pochi ma buoni “mmmmmmmmm”

ok ebby come inizio non c’è male

105 risposte a lauro:benvenuti in questo sito profumato

  1. admin scrive:

    ciao lorenzo, come al solito io dico quello che penso non pretendo ne di essere il piu bravo di tutti anzi e non pretendo di avere la verità in tasca , ripeto espongo il mio pensiero la mia filosofia ,sei tu che mi dici che il comportamento del cane ti da fastidio io dico che penso che il comportamento del tuo cane non è dovuto a sue negligenza ma ad un metodo di addestramento sbagliato sempre secondo me ,in quanto io addestro cani per collegamento cioè primo ,collegamento e socializazione, secondo obbedienza , terzo educazione al tartufo cioè principalmente la cerca , certo è che il cane quando ha associato bene il tartufo a casa dobbiamo cessare a casa e trasferire il lavoro al bosco dove imparerà a muoversi e socializzare con l’habitat ma soprattutto a lavorare, credo che tutto questo si debba fare a tappe e da quello che mi dici secondo me ancora non è pronto, detto questo posso certamente sbagliare ma rimango della mia idea cioè i tartufi li trova il tartufaio portando il cane nel posto giusto al momento giusto al cane non rimane altro che individuarli per questo lo deve fare lavorando cioè deve concentrarsi perche ritengo che il cane migliore non è una razza ma il cane che si concentra di piu e come concentrarsi siamo noi che dobbiamo insegnarlo , bene ti chiedo scusa se la vediamo in modo diverso in bocca al lupo ,lauro.

  2. Lorenzo scrive:

    Sg. Lauro scusi eh…..secondo me sta sbagliando…che male c’è a farlo andare in cerca libera nel bosco, il cane si inizia ad abituare agli odori del bosco….poi il cane ha già cavato un tartufo che poi purtroppo è stato perso dato che il tartufo era piccolo e vicino ad un fosso…e poi se nel bosco non ci sono piante simbionti per l’aestivum…non è che li fabbrico…grazie se mi potrebbe rispondere per affrontare questo discorso

  3. admin scrive:

    ciao lorenzo , scusa se vai in un posto dove i tarufai dicono che non c’è nulla e tu dici menomale credo che non ci siamo proprio come approccio, devi sapere che il tuo compito è piu arduo di quello del cane che deve solo associare e trovare il tartufo una bazzecola in confronto a te che lo dovrai portare nel posto giusto al momento giusto per capirsi , se prendi il campione del mondo e lo porti in piazza san pietro vedrà il papa ma non troverà neanche un tartufo, per il resto è normale che il cane associ il tuo odore la plastica il ferro la terra smossa ecc.. ecc.. per fargli associare quello giusto è semplice lo premi solo su quello , ricorda in nessun modo si riproduce quello naturale non a caso il passo successivo è lo sblocco del cane sul naturale, porta pazienza e fai uno step per volta ma fatto bene , pensa secondo te ancora non individua bene il tartufo e gia lo porti in cerca libera mahh, lauro.

  4. Lorenzo scrive:

    Buon giorno signor lauro sono Lorenzo…e ho un cane (lagotto romagnolo) ecco io addestro il mio cane nel cortile di casa però quest’estate in vacanza lo portavo tutti i giorni nel bosco sia ad allenarlo si ricerca libera e niente…però i tartufai del posto dicono che nella zona non ci sono i tuber aestivum e quindi ….menomale…ecco però sto notando una cosa che mi da profondamente fastidio..io prendo i tartufi freschi e faccio una sessione di addestramento cioè una o più cercate ogni giorno…naturalmente il tartufo non lo tocco…allora oggi ho fatto la prima buca e ho messo il tartufo…poi ho fatto una seconda senza mettere il tartufo e poi ho pressato le buche…ecco ha iniziato la cerca e si è fermato sulla buca senza tartufo, perche’ quella con il tartufo era ben nascosta, quindi dopo aver scavato nella buca dove non c’era’ l’ha abbandonata e cercando ha trovato quella con il tartufo e poi ha trovato il tartufo….ecco..non è che il
    cane sente e collega l’odore dell’attrezzo che uso al tartufo cioè pensa dove sento l’odore dell’attrezzo c’è il tartufo perché se no non si spiega che cerchi
    nella buca dove non c’è niente ?…ecco volevo sapere se la mia preoccuzione e fondata oppure no….e inoltre come faccio a far sentire solamente l’odore del tartufo e non dell’attrezzo?? Grazie in Anticipo

  5. admin scrive:

    ciao lorenzo, prima cosa ti devo fare un appunto, stai giudicando i cani solo esclusivamente se bucano e come bucano se hai letto il sito avrai capito che la mia filosofia è l’esatto opposto, con il braccopointer pur di fare i tartufi lo porti con la corada , secondo me queste tre settimane anche quattro le dovevi usare a fare un buon collegamento con te fare branco squadra per capirsi , dici sembra affezionato abbastanza , no deve essere affezionato e collegato tantissimo in modo che si diverta e cerchi per te non a caso, adesso avresti un cane che per te farebbe minimo il triplo dei tartufi che stai facendo, per il lagotto stesso discorso non è importante che trovi i tartufi ma come li trova ha solo 9 mesi e si avvicina al passaggio tra cucciolo e cucciolone ci saranno problemi di puberta,pertanto ti chiedo e devi chiederti,ma a lui gli interessi o no, è collegato è obbediente queste cose sono prima del tartufo, inoltre è educato al tartufo cioè sei sicuro di dargli le gratificazioni giuste ma soprattutto gli dai i stimoli giusti , a me sembra che tu abbia delle aspettative sui tuoi cani troppo alte cioè che facciano tutto da soli ,ma in realtà credo che non sappiano cosa fare specificatamente, ricorda ogni cane è un cane a se , i cani non sbagliano mai e non hanno difetti fanno semplicemente quello che noi gli facciamo fare , in due parole o fanno i cani oppure fanno i cani da tartufo che è cosa ben diversa, ciao,lauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  http://www.tartufiarezzo.it/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
more...